22 dicembre 2011

Credibili o incredibili?

E ci siamo, eccoci ad una nuova puntata di X Factor. Sì... sono sula divano di casa mia. A sto giro niente Teatro della Luna. E voi sapete perché! Mi vogliono far fuori! Ma no, scherzo, ma questa febbre non mi ha permesso di muovermi. Ho però qui con me un collaboratore prezioso, Edo Rossi, speaker di rocknrollradio.it, splendida web radio milanese, casa di tutti noi rocker lombardi, e non solo. Iniziamo subito la gara, parte Antonella, "The world is not enough", di giallo vestita, non sbaglia, ma non mi emoziona. Francesca reinterpreta "The house of the rising sun" e Edo ci teneva a far notare a Simona Ventura che, nonostante la traduzione del titolo sembri un messaggio positivo rivolto all'alba di un nuovo giorno, la sopra citata casa era una casa chiusa, gestita da una donna di nome Marianne Le Soleil Levant... Ma forse Simona, che dice di essere una "assetata di rock 'n roll", non ha poi tutta sta conoscenza della materia che tanto incensa. I Moderni ci fanno saltare dalla sedia, io sapevo già cosa aspettarmi, Edo non li conosceva. Sono parsi ad entrambi geniali e bravissimi, teatrali al punto giusto.
Jessica e "Tacones lejanos", grandissimo film, grandissima colonna sonora (l'originale era di Mina). Unico neo: qualcuno doveva controllare e aiutare Jessica nella pronuncia, non è sufficiente dire "e ma lo spagnolo somiglia all'italiano", ci son state imperfezioni da cioccolatai, se ne poteva fare a meno, da un programma del genere mi sarei aspettata più attenzione.
Ed ecco Vincenzo, Vincenzo, Vincenzoooooo.
Ok, la smetto. Questa recensione potrei scriverla senza nemmeno sentirlo. Sono di parte? E ma và?
Nicole mi piace particolarmente dalla scorsa puntata, poi a sto giro aveva anche la tracheite... figurarsi. E' grazia e talento. Nulla da eccepire.
P.s.: ma Marco Mengoni? Non mangia più?