14 settembre 2018

Audizioni X Factor 2018: l’inedito di Marco Anastasio

Le Audizioni di X Factor 2018 proseguono a tutto gas!

Quanto fiato vi è rimasto dopo la seconda puntata di Audizioni di #XF12? Ai nostri talenti ben poco, ci hanno messo voce, personalità e carisma per convincere e conquistare la giuria del vostro talent show preferito. Alcuni ci sono riusciti, per altri il sogno di proseguire il cammino verso la fase finale dei Live Show si è interrotto!

Il ventunenne Marco Anastasio, che nella vita rappa e trappa, ha ottenuto ben 4 Sì da parte dei giudici di #XF12! Il nostro artista scrive musica per sfogarsi, per raccontare ciò che ha dentro, la sua è una scrittura terapeutica! È convinto che il rap, con le sue tante sillabe, può dire tanto, può far divertire, può emozionare e può far venire i brividi. Marco Anastasio specifica di essere a X Factor più come autore che come interprete. Sul palco di #XF12 porta il suo inedito “La fine del mondo” che arriva dritto a Fedez, già a partire dalle prime note!

Non è facile colpire il nostro “talent scout”, eppure il nostro artista ci è riuscito benissimo:  “sei quello che io definisco una penna, non ho mai trovato una persona che scrive così a X Factor!” Ecco cosa dice Fedez al (t)rapper! Anche per gli altri giudici è Sì! In attesa di rivedere il talento sul vostro palco preferito vi regaliamo il testo integrale del suo inedito: “La fine del mondo”! 

“Aspetta... non sono pronto ancora,

guarda ho ancora l'etichetta, non so andare in  bicicletta o fare i cento all'ora

Mai corso una maratona, superato ostacoli,

non ho mai visto il Napoli di Maradona

 

Ho le licenze scadute da un pezzo

Quella poetica da rinnovare o levare di mezzo

Abbatto la clessidra orizzontale per fermare il tempo

a  patto che smettiate di soffiare per cambiare il vento

 

E il freddo che avanza, l'anima sintetica, l'estetica  dell'ansia

E se oggi potessi cambiare il mondo lo farei domani.

 

Non mi rompete il cazzo con ‘sta fretta di decidersi, lasciatemi, non fatemi alzare dal letto

Scendetemi di dosso con ’sta fretta di decidersi voi, voi non fatemi alzare dal letto.

 

Ma voi davvero volete le cose semplici?

Inflazionarvi le emozioni con i pezzi sempre identici? Beh...

 

Io sono stanco delle cose normali,

io non ho tempo delle cose normali.

 

E di certo non mi alzo dal letto per cose normali

Tu non mi credi? Io vengo a romperti i pensieri,

ti toglierò l’ossigeno e la terra sotto i piedi.

Io vengo a romperti i pensieri.

 

Io mando giu l'arsenico, non lascio manco più  le goccioline

xanax come noccioline e pare da rimpicciolire.

E sogno un mondo che finisca degnamente

Che esploda, non che si spenga lentamente.

 

Io sogno i led e i riflettori alla Cappella Sistina

Sogno un impianto con bassi pazzeschi.

Sogno una folla che salta all'unisono fino a spaccare i  marmi , fino a crepare gli affreschi

 

Sogno il giudizio universale sgretolarsi e cadere in coriandoli

sopra una folla danzante di vandali.

Li vedo al rallenty,  miliardi di vite

Mentre guido il meteorite sto puntando lì.

 

Io sogno i led e i riflettori alla Cappella Sistina

Sogno un impianto con bassi pazzeschi.

Sogno una folla che salta all'unisono fino a spaccare i  marmi , fino a crepare gli affreschi.

 

Sogno il giudizio universale sgretolarsi e cadere in coriandoli

sopra una folla danzante di vandali.

Li vedo al rallenty,  miliardi di vite

Mentre guido il meteorite sto puntando lì”.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI
Cliccando sul tasto Iscrivimi darai a Sky il consenso a raccogliere ed utilizzare il tuo indirizzo e-mail per l'invio della Newsletter di , nelle modalità previste dall'Informativa sulla privacy
Voglio ricevere via mail comunicazioni su nuove iniziative e offerte commerciali

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Rimani sempre aggiornato!
Iscriviti alla Newsletter di X Factor!
Grazie!
Ti abbiamo inviato un'email.
Se non la visualizzi correttamente,
controlla nello spam.