Le foto della seconda manche del secondo Live di X Factor 2018

La prima manche del secondo Live è iniziata a tutto gas! I nostri concorrenti hanno fatto del loro meglio sul palco per regalarci performance indimenticabili, tuttavia i Red Bricks Foundation sono risultati i meno supportati dal pubblico durante il televoto, finendo così al ballottaggio. La seconda manche decreterà il concorrente o la band contro cui dovrà misurarsi durante l’Ultimo Scontro.

Emanuele Bertelli apre la seconda manche con una natura morta in versione gold che accompagna la sua interpretazione di Zingarello di Ghali. Una natura psichedelica accompagna l’esibizione dei BowLand sulle note di No Roots di Alice Merton. Ancora una volta Pejman, Leila e Saeed hanno ricreato un piccolo mondo in grado di rapirci come solo loro sanno fare. Renza Castelli per la prima volta in questa edizione sale sul palco senza la sua chitarra per interpretare Thunderclouds di LSD. La sua voce ha incantato tutti grazie anche all’eleganza della sua performance, a tratti quasi magica. Sherol Dos Santos reinterpreta completamente un pezzo di Moses Sumney, regalandoci una versione di Rank & File come non l’avete mai sentita prima, sullo sfondo di giochi di ombre e nebbia dall’atmosfera dark. Chiude la manche l’ultimo concorrente in gara, Anastasio, che questa sera si è allontanato dal suo mondo rap per mostrarci un lato da interprete, differente dalle solite esibizioni ma forse anche più emozionante.

Anche questa seconda fase è riuscita a lasciarci senza parole. Tutti i nostri ragazzi hanno talento da vendere ma Emanuele Bertelli assieme ai Red Bricks Foundation dovranno dimostrarcelo ancora una volta nell’Ultimo Scontro. La tensione dopo le performance dei Cavalli di Battaglia è sempre molto alta e l’attesa del risultato del televoto ha tenuto tutti sulle spine fino al risultato: i Red Bricks Foundation sono i secondi eliminati di X Factor 2018.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Rimani sempre aggiornato!
Iscriviti alla Newsletter di X Factor!
Grazie!
Ti abbiamo inviato un'email.
Se non la visualizzi correttamente,
controlla nello spam.