03 giugno 2019

Mara Maionchi giudice di X Factor 2019

In una giuria quasi completamente rinnovata con Malika Ayane, Samuel e Sfera Ebbasta, non poteva mancare lei, l’unica e inimitabile Queen Mara Maionchi. Con la vittoria ancora calda in tasca dalla scorsa edizione quando ha preso Anastasio con sé portandolo fino al palco della Finale, quest’anno torna al tavolo più famoso d’Italia, pronta a dare filo da torcere a tutti i giudici (e fidatevi ragazzi, è forte davvero).

MARA MAIONCHI GIUDICE DI X FACTOR 2019

Sul suo ritorno commenta: «Lo so, avevo detto che ero stanca. E quando l’ho detto lo pensavo, ma questo programma mi crea tempesta emotiva tanto quanto gioia e voglia di fare. Alla mia età il lavoro non solamente nobilita ma motiva e... rinfresca. E chi non la vuole una rinfrescatina a 78 anni?».

Un grandissimo ritorno al tavolo quello di Mara Maionchiormai regina indiscussa di X Factor, un giudice d’eccellenza che non ha bisogno di presentazioni. La produttrice discografica più amata d’Italia vanta nei suoi anni di carriera scoperte come Gianna Nannini e Tiziano Ferro ma la sua carriera affonda le radici in tempi molto più lontani. Nel 1967 inizia a lavorare presso la casa discografica Ariston Records. Successivamente viene chiamata da Mogol e Battisti a lavorare per la Numero 1, etichetta da loro fondata. Nel 1975 lavora per Dischi Ricordi come responsabile editoriale ed è qui che scopre Gianna Nannini, Umberto Tozzi, Eduardo De Crescenzo, Mia Martini, Fabrizio De André e molti altri artisti che furono solo tra i primi tra i tanti talenti scoperti dal nostro Giudice. Con X Factor Mara diventa nota al grande pubblico e ora non possiamo più fare a meno di lei. Davvero, non riusciamo!

La sua preparazione musicale e la sua passione travolgente le ha sempre permesso di coinvolgere i concorrenti sotto la sua ala protettrice, dimostrandosi forse la migliore interprete del ruolo di giudice. Una vera fuoriclasse. Ironica e diretta, amata da grandi e piccini, riesce a far emozionare il pubblico a casa come nessuno (ormai celebre la sua reazione alla cover di Anastasio sul pezzo dei Pink Floyd). Un giudice di sicuro affidamento per la prossima edizione!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE