X Factor Live 1: le foto dell'Opening e della prima manche

Chi vi scrive si sente in una specie di Hangover.

Già, perché il primo Live Show di #XF13 è stata una roba assurda, sconvolgente ed esplosiva.

E ancora non ci siamo ripresi. Per farvi capire un attimo quello che è successo, eccovi uno shot di puntata!

Per la rubrica “Un inizio col botto” non possiamo non parlarvi dell’Opening di questo primo Live Show di #XF13. Simone Ferrari, il nostro direttore creativo, non lascia niente al caso e ha costruito una coreografia e una scenografia spettacolare che ha coinvolto tutto il cast di X Factor in uno degli Opening più belli della storia del programma.

Un corpo di ballo mozzafiato (tutti uno più bello e bravo dell’altro)  ha avvolto Alessandro Cattelan, Samuel, Mara Maionchi, Malika Ayane e Sfera Ebbasta che si sono esibiti insieme ai 12 concorrenti di #XF13 cantando “Watch Me” di Jaden. I movimenti di camera fluidi, i colori sgargianti dei costumi e delle grafiche nei LED e gli sguardi dei protagonisti hanno tenuto tutti inchiodati sulle poltrone, fino all’ultimo secondo.

Ma lo avete visto quanto hanno spaccato?

Impossibile non muovere la testa sentendo le strofe rappate di Alessandro Cattelan che ci ha riportato alla mente, in una versione 2.0 e molto più fresh, il giovane Ale rapper degli 031 del 2011 (tanti cuori).

Non osiamo immaginare l’emozione provata dai nostri ragazzi durante questo Opening.

Le tensioni e le ansie comparse prima del Live sono scomparse, lasciando il posto all’adrenalina, alla grinta e alla voglia di spaccare, lasciando senza parole il pubblico del nuovo X Factor Dome!

E ci siete riusciti ragazzi, ci avete regalato un Opening fantastico. Degno del primo Live Show del programma più figo di sempre.

Tutto bellissimo ma bisogna entrare nel vivo della gara. Ed è così che dopo aver sentito Alessandro Cattelan accogliere Malika Ayane, Samuel, Mara Maionchi e Sfera Ebbasta al tavolo dei giudici; è già tempo di scoprire i primi quattro concorrenti che si sfideranno nella prima manche.

La prima ad esibirsi è stata la sempre più riccia Mariam Rouass che, attorniata da una scenografia super pop, ha cantato con la sua voce graffiante e contemporanea “Juice” di Lizzo.

Una performance coinvolgente e credibilissima che ha incantato tutti, rendendo fiero e soddisfatto Sfera Ebbasta. Che energia Mariam!

Subito dopo abbiamo assistito all’esibizione dei Seawards, gruppo della categoria di Samuel.

Giulia e Loris si sono trovati subito a loro agio, cantando un brano che è chiaramente nelle loro corde: “Pyro” dei Kings Of Leon.

Semplici e diretti, giri di chitarra interessanti e una voce suadente che ci ha trasportati dentro un’atmosfera eterea, tipica del mondo dei Seawards. Complimenti ragazzi!

Il concorrente successivo è stato Eugenio Campagna, il cantautore di questa edizione di X Factor. E cosa può presentare un cantautore se non un brano di un altro cantautore di talento? Con la cover di “Arsenico” di Aiello, Eugenio ci ha fatto scoprire un'altra sfumatura del suo carattere, raccontandoci uno dei momenti più difficili della sua vita.

La sua voce ci ha riscaldati nonostante un’atmosfera buia, con ombrelli mossi all’unisono durante una giornata di pioggia. Un’interpretazione coinvolgente nonché la prima senza chitarra, segno che i consigli e gli insegnamenti di Mara Maionchi stanno funzionando.

Chi ha reso fiera Malika Ayane è stato invece Davide Rossi, l’ultimo concorrente ad esibirsi in questa prima manche. Nonostante Davide fosse molto preoccupato per l’assegnazione del suo giudice, la sua cover di “How Long Has This Been Going On?” di Gershwin è stata d’impatto e super convincente!

La paura di affrontare un brano del 1928 era più che lecita ma Davide è riuscito perfettamente a proiettarla nel 2019, in un’atmosfera elegante e dai colori caldi tipica di un Jazz Club moderno.

Esperimento riuscito Malika!

Ma nonostante tutti e quattro i ragazzi ci abbiano regalato delle esibizioni di spessore, il pubblico ha deciso di mandare Mariam al ballottaggio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE