X Factor Live 2: le foto della prima manche

Neanche il tempo di recuperare dall’adrenalina del primo Live Show, che è già tempo di voltare pagina. Dopo un Opening da mille una notte, che ci ha fatto sognare, la prima manche del secondo Live è stata una botta di emozioni, suspence e colpi di scena. Non ci credete? Eccovi qua uno shot di tutto quello che è stato! 

I primi ad esibirsi sono stati i Booda che sono scesi in campo, nel vero senso della parola, con Take Ü There di Skrillex and Diplo ft Kiesza. Coreografia ispirata al football americano femminile, corse, salti e capriole... in una parola? Potenza. 

Subito dopo abbiamo assistito alla performance di Giordana Petralia, Under Donna della categoria di Sfera Ebbasta. Arpa in scena, ma la ragazza ha deciso di lasciare Daphne a riposo per la serata. Ad accompagnare la sua Summertime Sadness di Lana Del Rey è stato un ritrovato amico degli Home Visit, il piano. Con questo brano la ragazza ha dimostrato tutta la sua versatilità musicale, avvicinandosi ad un altro genere inaspettato come l’alternative rock.

Scenografia di bulbi luminosi e il concorrente successivo è stato Enrico di Lauro che, affiancato da una band, ha cantato una versione tutta rock di Cieli Immensi di Patty Pravo. 

È stato poi il turno di Nicola Cavallaro. Che dire? Un performer nato, che ha dimostrato per l’ennesima volta di essere un vero animale da palcoscenico. La sua esibizione su Old Town Road di Lil Nas X feat Billy Ray Cyrus ha completamente ribaltato l'X Factor Dome. 

Sono poi scesi sul palco i Sierra con 7 Rings di Ariana Grande. Scenografia anamorfica, rivelata solo da un punto di vista. Il duo ha riscritto il pezzo in italiano, accostando le sonorità trap ad un testo che gioca abitualmente nell’unire le tematiche street ad evocazioni mistiche. 

Ha chiuso la manche Lorenzo Rinaldi che, per la prima volta, si è esibito in italiano sulle note di La Notte di Arisa. Su una scenografia di tarocchi, il ragazzo ci ha trasportato in un mondo di magia, confermando tutta la sua delicatezza comunicativa. 

Il pubblico è sovrano e, come sempre, ha l'ultima parola e sceglie di mandare Enrico di Lauro all'Ultimo Scontro. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE