08 novembre 2019

X Factor 2019, cosa è successo al terzo Live Show VIDEO

Are you ready? Siete pronti a ripercorrere le emozioni e i colpi di scena che ci ha regalato il terzo Live Show di X Factor 2019? Bene, sedetevi e leggete insieme a noi. 

Alessandro Cattelan apre la puntata e riassume quanto successo nelle settimane precedenti, con le eliminazioni di Mariam e Enrico, per poi ricordare che questa sera ci sarà una doppia eliminazione. 

Ma, prima di dare il via alle danze, è tempo di Opening. Medley speciale per questa puntata con i giudici che scendono in campo con i loro cavalli di battaglia. Samuel canta La statua della mia libertà, singolo pop del cantautore che ha infiammato l’estate 2017; Malika Ayane sceglie Senza fare sul serio, uno dei pezzi più rappresentativi della cantante, con arrangiamenti minimal e ritmi dance; chiude Sfera Ebbasta con la sua celebre Ricchi per sempre, inno portato al successo lo scorso anno. 

Tutti ai loro posti e Alessandro spiega il meccanismo della gara a due manche: la prima solo con cavalli di battaglia decreterà l’eliminazione diretta del meno votato; la seconda, classica, con i nove talenti che si sfideranno e i due meno votati che se la vedranno all’Ultimo Scontro.

Non c’è un attimo da perdere, vengono ricordate le modalità di voto e come scaricare l’app X Factor 2019. 

Il primo a scendere sul palco è Lorenzo Rinaldi con la sua Let Her Go di Passenger, già presentata durante i Bootcamp. Come sempre interpretazione struggente e romantica quella dell’Under Uomo.

È poi la volta dell’inedito dei SierraEnfasi, che già ci aveva ipnotizzato al primo ascolto. Un linguaggio tutto loro e un graffio interessante. 

Wicked Game, del cantautore statunitense Chris Isaak, è il brano scelto da Giordana Petralia e la sua amica Daphne. Intensa è la parola che riassume la sua performance. 

Bis emozionante assicurato per Eugenio Campagna che si ripresenta sul palco di X Factor 2019 con il brano di Samuele Bersani, En e Xanax, con cui ci aveva fatto piangere tutti durante i Bootcamp. 

Freschi e moderni come al solito, i Booda scelgono Hey Mama di Nicki Minaj, la canzone che agli Home Visit gli valse l’accesso ai Live. Energia e adrenalina la fanno come sempre da padrona!

Continua Nicola Cavallaro con Love is a Losing Game nella versione di Sam Smith. Un brano a cui il ragazzo è particolarmente legato, una versione romantica e intensa. 

La scelta dei Seawards è Dream On dei Depeche Mode. La band arriva sul palco in punta di piedi e sprigiona tutta la propria delicatezza. 

Torniamo a sognare con A domani per sempre di Sofia Tornambene, canzone che la giovane aveva portato alle Audition e con la quale aveva fatto commuovere tutti. 

Atmosfera giamaicana che ci riporta pienamente nel mondo di Bob Marley, Marco Saltari sale sul palco con Get Up Stand Up

Chiude la manche dei cavalli di battaglia Davide Rossi con Lately di Stevie Wonder. Impeccabile come sempre, il ragazzo non sbaglia una nota. 

È però già tempo di primo verdetto e Alessandro Cattelan, dopo aver ricapitolato la situazione, chiama i concorrenti sul palco. Rapido giro di commenti al tavolo dei giudici, prima dell’arrivo della busta con il nome dell’eliminato. 

In ordine le categorie a passare il turno sono: Under Uomini, Gruppi e Under Donne. 

Il primo eliminato di questa sera è Marco Saltari, risultato il meno votato dal pubblico. Un grosso in bocca al lupo per il suo futuro!

Asciugate le lacrime, è il momento di andare avanti. Alessandro Cattelan fornisce nuovamente i codici dei cantanti per la seconda manche e ricorda tutte le modalità di voto. 

I primi a riscendere nuovamente in campo sono i Booda, con All or Nothing di Eliphant ft. Bunki Darlin e Diplo. Sensualità era stata chiesta e sensualità è arrivata, esibizione erotica che lascia tutti letteralmente a bocca aperta.

Sfera Ebbasta li definisce un'orgia di "good vibes", lo hanno convinto pienamente. Complimenti di Mara Maionchi che sottolinea la bravura del batterista. 

Performer nato Nicola Cavallaro, che sale sul palco con Happy di Pharreil Williams. Hit indiscussa con cui l’Over unisce pop e soul. 

Per Malika Ayane e Samuel ha giocato perfettamente con il suo corpo. Pollicione alto per lui!

C’est la vie di Achille Lauro è il brano scelto per quell’essere magico chiamato Sofia Tornambene. La particolare sensibilità della giovane riesce ad alternare ritmo e divertimento del brano con una carica e un’intensità introspettiva da far riflettere. 

Secondo il suo giudice Sfera Ebbasta ha reso completamente suo il testo, della stessa idea sono tutti gli altri giudici, nonostante una forte maturità del pezzo. 

Ci ritroviamo in uno studio televisivo anni ’60 con Lorenzo Rinaldi e la sua Baby I Love You dei Ramones. Brano dichiarazione d’amore per eccellenza e pelle d’oca per tutti noi. 

Perentorio il giudizio di Sfera Ebbasta che contesta la scelta di un brano così vecchio per un ragazzo così giovane. Soddisfatta di lui la sua giudice Malika Ayane

Continuano i Sierra con un brano di Fabrizio De André, Le acciughe fanno il pallone, che il duo riesce perfettamente a riadattare al proprio mondo. Un accostamento di hip hop e cantautorato che rende la band super riconoscibile. 

Per Mara Maionchi sono riusciti ad attualizzare un pezzo importante come quello di De André. 

Giordana Petralia si rimette in discussione con Bellyache, che racconta pienamente il mondo musicale di Billie Eilish. La ragazza ha osato, ha ballato ed è finalmente uscita dalla sua comfort zone. 

Uno Sfera Ebbasta, fierissimo della sua Under Donna, la definisce una pop star credibile in ogni pezzo che fa. 

È poi la volta di Eugenio Campagnacon il suo inedito Cornflakes. Massima focalizzazione di luci sul volto del cantautore, che si gioca il tutto e per tutto con questo suo brano. 

Dritto il commento di Samuel: "Ti avevo chiesto di farci vedere Comete e io stasera ho visto Comete." Sfera Ebbasta gli augura di raggiungere presto la prima posizione su Spotify. 

Confermatissima performance al piano per Davide Rossi. Il ragazzo canta Why’d you only call me when you’re high? degli Artic Monkeys. Tanti pendoli di luci con danzatori che oscillano su di essi fanno da cornice all’esibizione sempre precisa del giovane. 

Grandi complimenti al tavolo dei giudici per il ragazzo, che è riuscito a mettere tutti d'accordo. Mara Maionchi lo aspetta però al varco su un pezzo in italiano. 

Chiudono con un pezzo storico della tradizione musicale italiana i Seawards con Vedrai, vedrai di Luigi Tenco. Un significato chiaro e definito quello del brano di questa settimana. 

E' mancato un po' di trasporto emotivo da parte di Mara Maionchi, mentre per Malika Ayane l'italiano non è il loro territorio e si sarebbe aspettata di più dal duo. 

Ma prima di chiudere il televoto, è tempo di accogliere l’ospite della serata: Marracash. Il cantante presenta il suo nuovo disco Persona. Dopo tanta attesa da parte dei fan, l’album arriva come simbolo di una crescita, soprattutto delle due anime del “king del rap”. Mash-up in cui il cantante intona Bravi a cadere e Greta Thunberg, quest’ultimo con la presenza straordinaria e a sorpresa di Cosmo. 

L’ospite viene congedato e Alessandro invita giudici e ragazzi a salire sul palco per il secondo verdetto della serata. I due talenti meno votati ad andare all’Ultimo Scontro sono Lorenzo Rinaldi e Giordana Petralia, la decisione adesso spetta ai giudici. 

Sfera elimina Lorenzo 

Malika elimina Giordana

Mara elimina Lorenzo

Samuel elimina Lorenzo

Il secondo eliminato della serata è Lorenzo Rinaldi. Il nostro più immenso in bocca al lupo per una carriera piena di successi!

Il terzo Live Show di #XF13 finisce qui! Noi ci vediamo giovedì prossimo per la quarta puntata alle 21:15 su Sky Uno!

_________________________________________________

Guarda tutti i video della scorsa puntata qui

Continua a seguirci su

Facebook

Twitter

Instagram

TikTok

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE