X Factor Live 6: le foto della prima manche con Dardust

Asciugate le lacrime per la prima eliminazione, è tempo di guardare avanti. Prima manche molto particolare quella di questa sera, dove i sei talenti rimasti in gara si esibiranno con brani prodotti da Dardust e accompagnati da un’orchestra di 40 elementi. 

Ad aprire le danze è proprio il producer che presenta in anteprima assoluta il suo nuovo pezzo, Sublime. Scenografia di impatto, che non passa certo inosservata neanche all’occhio più distratto. Un cerchio di luce è l’elemento che fa connubio tra live e video, un sublime gioco di ombre che lascia tutti a bocca aperta. 

Fanno poi il loro ingresso i Sierra, che rompono il ghiaccio presentando uno dei pezzi più difficili e conosciuti della musica, The Ecstasy Of Gold di Ennio Morricone. 

Segue, sulle note di Sound Of Silence di Simon & Garfunkel, Nicola Cavallaro. Il testo è da considerarsi una poesia senza tempo e il ragazzo questa sera ci ha dato una bella lezione di epica. Interpretazione personale e riuscitissima quella portata in scena. 

È poi la volta di una sempre più matura Sofia Tornambene che ci canta I Love You di Woodkid. Una hit dal testo profondo a cui la giovane rende orgogliosamente giustizia, nonostante la sua giovane età. 

Che dire poi di Davide Rossi e la sua versione di Treat You Better di Shawn Mendes? Le paure della vigilia sembrano completamente annullarsi e la sua eleganza ruggente conquista ancora una volta. 

Segue una versione meno “boodosa” del solito da parte dei Booda che portano sul palco Hold Up di Beyoncé. Un brano più morbido, rispetto a quelli a cui eravamo abituati, ed una Federica molto convincente anche in questa veste.  

Chiude la manche una versione tutta personale di Eugenio Campagna sulle note di Cosa mi manchi a fare di Calcutta. Per la prima volta il ragazzo sfoggia anche tutta la sua potenza vocale. Che dire? Inarrestabile. 

Si chiude così una prima manche super intensa e noi non possiamo far altro che ringraziare Dardust per il suo preziosissimo contributo. Ragazzi, siete stati tutti bravissimi. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE